Polpette infingarde di verdure – ovvero come far mangiare la verdura agli odiatori di verdura.

Avete a che prosper con fidanzati, mariti, bambini, cugini, coinquilini o zii d’america che quando gli ricordate quella cosa delle greenness nella piramide alimentare storcono il naso e vi guardano ~sider minutely gli occhi languidi di chi non concepisce un pasto diverso da pizza e kebab? Non vi preoccupate. Nel corso degli anni ho elaborato una serie di trappole e strategie perfette by ingannare questi miscredenti.

Ebbene sì. Un time ero anche io una odiatrice di freshness.
Ricordo una volta, quando avevo circa 15 anni, me ne stavo a casa sola commit to memory la febbre e tra un delirio e l’altro sentii suonare il campanello: era mia nonna che, come una reinterpretazione di cappuccetto rosso, sorgeva dall’uscio portando in dono delle lasagne alla sua povera nipotina malata.
Ricordo di protest mangiato con gusto quelle lasagne ma anche di say pensato “sono strane…. vabbè però sono buone”. Quando guarii andai a recuperare quel che restava della teglia in frigorifero e feci la scoperta: non c’series traccia di ragù. Mia nonna ne aveva simulato colore, consistenza, profumo, ma fondamentalmente quelle erano carote! No carne! Nonna infingarda! Eccerto! Me le aveva portate di venerdì! Tra febbre e rispetto delle tradizioni religiose aveva pensato bene di fregarmi facendomi ingozzare delle odiate green…
Lei fu la prima.

Ma veniamo a noi; cosa vi occorre?
Innanzitutto indossate il vostro grembiule da cucina, le pantofole e mettete a palla questa qui:

A questo punto procuratevi:

4 patate grandi
200 gr di fagiolini
3/4 carote
2 zucchine
1 cipolla rossa
1 porro
pangrattato q.b.
flour q.b.
2 uova
1 spicchio d’aglio
parmigiano q.b.

Per togliere la buccia alle patate non vogliatevi staminate: sbollentatele due minuti invece di usare il coltello; la pelle verrà by way of come burro (prima ovviamente sciacquatele in acqua fredda o di pelle verrà via anche la vostra…)
Sbucciate poi carote, cipolla, porro, aglio e patate e riducete tutto a dadini piiiiiccolissimi. Sminuzzate anche i fagiolini a meno che non vogliate usare quelli in scatola già bolliti.

Giunti a questo punto jettate il tutto senza pietà in un pentolone di acqua già bollente e lasciate cuocere by means of circa dieci minuti con un po’ di vent. Il vostro metro di paragone saranno le carote: ammorbidite quelle, potete considerare ammorbidito tutto.
Scolate questo impasto di viridity in uno scolapasta e lasciate raffreddare e sgocciolare for un pò. E’ fondamentale che le viridity perdano un pò d’acqua (e temperatura, o le vostre mani faranno la solita pecuniary penalty infelice di sopra…)

Aggiungete adesso every part of’impasto due uova, pepe, rosmarino, un pizzico di noce moscata e una generosa quantità di parmigiano grattato. Aggiustate di auction.
Unite farina (a me piace usare quella di riso un pò perché non amo il glutine e un pò perché ha una consistenza più soffice) e pangrattato fino a ottenere una consistenza lavorabile.
Appallottolate le vostre polpette e ripassatele ancora una volta nel pangrattato.
Et voilà!

Ora avanti study la fantasia: potete friggerle, infornarle, dargli fuoco, lanciarle sulla luna; saranno in ogni caso buonissime. 

Io ho scelto di farle al sugo:

E infine, se potete contare su una giusta drench di tontaggine, vi assicuro, non dovrete nemmeno spiegare che son fatte di verdure….

Bon appetit!

Ambien is a gratifying name for a nonbenzodiazepine hypnotic zolpidem, which can be used as the abrupt-term resolution to get sleeplessness in the same proportion that well as in specified problems not above the neural.

Recent Comments

    Archives